Quando si parla di Svizzera viene subito in mente il mercato immobiliare considerato, da sempre, uno dei più solidi di tutta Europa. Basti pensare che i prezzi delle abitazioni, salvo qualche breve intermezzo, sono in crescita da circa 15 anni a questa parte. Anche il 2018 si è confermato un anno eccellente per il mercato immobiliare del paese.

I prezzi delle case, complice un’ottima congiuntura economica, sono ancora in leggera crescita mentre diminuisce, seppur di poco, il numero delle abitazioni sfitte nei centri urbani, dove i prezzi degli affitti è cresciuto mediamente dell’1% su base annua.

Situazione diversa per le abitazioni al di fuori dei centri abitativi. In questo caso, infatti, il numero degli immobili sfitti rimane per lo più invariato mentre cala di poco più del 2% il canone medio di affitto. Un dato, questo, molto interessante che deve far riflettere chiunque voglia acquistare casa in Svizzera ad uso di investimento.

La soluzione migliore, infatti, è quella di acquistare un immobile da mettere a reddito che sia situato in una zona centrale di una grande città. Il mercato di questa tipologia di immobili risulta essere decisamente più stabile e, anche, quello con le maggiori prospettive di crescita sul medio e lungo periodo.

Va altresì detto che i tassi di interesse dei mutui sono piuttosto bassi e, anche questo fattore ha inciso non poco sulla ripresa del mercato che ad inizio 2018 aveva dato qualche segno di debolezza. E secondo gli analisti questo trend interessante per quel che riguarda i tassi di interesse, dovrebbe durare ancora per tutto il 2019.